Non innalzare i contributi per le partite IVA
#nondica33
@matteorenzi
IT
destinatario
Matteo Renzi
Presidente del Consiglio
Campagna creata da Stefano Piotto
No all'aumento dell'Inps al 33%, è un insulto ai freelance: il lavoro è anche libertà, la libertà va rispettata!
Fai la tua parte. C'è bisogno del tuo aiuto!
agisci
Tu cosa ne pensi?
Condividi la tua opinione con gli altri supporter!
Dettagli campagna

Si tratta di un aumento insostenibile: il gioco (fiscale) è presto fatto e testimonia come il governo stia sottovalutando il tema del previsto aumento dell’aliquota contributiva alla gestione separata Inps - il contenitore entro il quale confluiscono i versamenti delle partite Iva non iscritte ad un ordine professionale - che in quattro anni decollerà al 33% dall’attuale 27% (a cui aggiungere lo 0,72% degli oneri assistenziali). Diventa perciò conveniente chiudere la partita Iva, perché l’aumento di un punto percentuale dei versamenti all’Inps previsto dal prossimo primo gennaio comporta un aggravio che può arrivare addirittura a 810 euro all’anno per chi ha un imponibile di 70mila euro. Accantonamenti che sanno di salasso e che sono alti anche per chi ha un reddito più bassoDiventa perciò conveniente chiudere la partita Iva, perché l’aumento di un punto percentuale dei versamenti all’Inps previsto dal prossimo primo gennaio comporta un aggravio che può arrivare addirittura a 810 euro all’anno per chi ha un imponibile di 70mila euro. Accantonamenti che sanno di salasso e che sono alti anche per chi ha un reddito più basso.

Commenti
Sei Matteo Renzi?
Vuoi contattarci in riferimento ai messaggi che stai ricevendo? Vuoi rispondere pubblicamente agli utenti di MegaShouts? Manda una email a
Crowdfunding
Contribuisci alla promozione della campagna
Sei Matteo Renzi?
Vuoi contattarci in riferimento ai messaggi che stai ricevendo? Vuoi rispondere pubblicamente agli utenti di MegaShouts? Manda una email a
agisci